Tecnologia

Stazioni di ricarica per veicoli elettrici nelle case e negli uffici e come alleviare la rete energetica

Negli ultimi cinque anni, il Regno Unito ha rapidamente intensificato i suoi sforzi verso l’adozione di veicoli elettrici (EV) con un potenziamento dell’infrastruttura di ricarica dei veicoli elettrici. Ma c’è chi nei media sta già spacciando paura.

Ieri, il Daily Mail ha riferito che da maggio, ogni nuovo caricabatterie EV sarà preimpostato spegnere per nove ore al giorno, impostato automaticamente per non funzionare nelle ‘ore di punta’ per allentare la pressione sulla rete nazionale.

Hanno anche menzionato un “ritardo randomizzato” fino a 30 minuti se c’è una forte domanda da parte degli automobilisti.

La pubblicazione afferma che:

In base ai regolamenti depositati presso l’Organizzazione mondiale del commercio, i nuovi caricabatterie a casa e sul posto di lavoro non funzioneranno per impostazione predefinita dalle 8:00 alle 11:00 e dalle 16:00 alle 22:00.

Prima che qualcuno inizi a farsi prendere dal panico per il Grande Fratello che controlla la ricarica dei veicoli elettrici, fai un respiro. Diamo un’occhiata ai fatti reali in dettaglio, così come le domande che sollevano.

in primo luogo, ecco una copia del documento effettivo di 30 pagine il Daily Mail ha basato il loro articolo su “Ricarica intelligente per veicoli elettrici: risposta del governo alla consultazione del 2019 sulla ricarica intelligente per veicoli elettrici”.

Allora come siamo arrivati ​​qui?

Il Legge sui veicoli automatizzati ed elettrici 2018 (AEV Act) che conferisce al governo poteri attraverso la legislazione secondaria per imporre che tutti i punti di ricarica per veicoli elettrici venduti e installati nel Regno Unito abbiano funzionalità intelligenti e soddisfino i requisiti minimi a livello di dispositivo.

In risposta, il governo ha svolto un’ampia consultazione con le parti interessate e le parti interessate nel 2019 e ha pubblicato una sintesi delle risposte alla consultazione. Ora hanno scritto la risposta politica del governo.

Quindi è fondamentalmente un caso di questo è ciò che la gente ha detto, ed ecco la nostra risposta con un piano in due fasi. Non riassumerò l’intero documento.

Ma i media discutono soprattutto della prima fase. Include standard minimi in materia di sicurezza informatica, interoperabilità e stabilità della rete: tutte cose buone. Tutto ignorato dal Daily Mail.

Quindi analizziamo i due grandi problemi che preoccupano tutti. Si tratta di limitazioni dell’ora di punta e funzioni di visualizzazione casuali.

Impostazione predefinita per le ore di punta nei caricabatterie intelligenti

In primo luogo, per essere chiari, le colonnine pubbliche e le colonnine rapide sulle autostrade sono esenti dalle ore di punta. Quindi, il rischio di rimanere senza energia in autostrada non è così grande come molti temono.

La tanto temuta modalità non di punta predefinita ritarderebbe la ricarica fino a un orario non di punta specificato.

I punti di ricarica intelligenti verranno preimpostati per impedire la ricarica automatica durante le ore di punta. Gli orari di punta sono dalle 8:00 alle 11:00 e dalle 16:00 alle 22:00 nei giorni feriali.

La normativa specifica finestre temporali invece di un periodo non di punta, per evitare il rischio di causare un periodo di punta secondario.

Tuttavia, l’utente deve essere in grado di modificare o rimuovere questa impostazione. Questo può ospitare i turni di notte e quelli che già utilizzano tariffe intelligenti.

Un’opportunità per prezzi competitivi e offerte di servizi per i proprietari di veicoli elettrici

È qui che le cose si fanno davvero interessanti per i consumatori. I contatori di energia intelligenti saranno obbligatori nelle case del Regno Unito entro il 2025.

Di conseguenza, molte società di servizi pubblici hanno creato offerte tariffarie competitive per i proprietari di veicoli elettrici che effettuano la maggior parte della ricarica dei veicoli elettrici a casa e in genere consumano più energia:

  • La società di servizi Good Energy offre la tariffa EV Driver 4, tariffa unitaria ridotta e tariffa fissa rispetto alla nostra tariffa variabile standard.
  • Octopus Energy offre una tariffa flessibile con quattro ore di elettricità a 5p/kWh super non di punta ogni notte dalle 12:30 alle 04:30: un’ottima opzione per la ricarica dei veicoli elettrici. (Per inciso la loro società sorella Veicoli elettrici Octopus sta lavorando a un progetto dimostrativo per il residenziale vehicle-to-grid (V2G) – chiamato Powerloop – dove le batterie delle auto possono essere utilizzate per immagazzinare energia verde per un uso futuro.
  • Jedlix abbina un piano energetico sostenibile alle tue esigenze di guida. Usando l’app Jedlix, indichi quando vuoi un’auto elettrica completamente carica. L’app calcola quindi un piano di ricarica ottimale per il tuo veicolo. Nel processo, tiene conto delle vostre esigenze, della capacità disponibile sulla rete elettrica, della disponibilità di energia sostenibile e del prezzo dell’energia. Questo aiuta a mantenere equilibrata la rete energetica.

Ricarica dei veicoli elettrici e stabilità della rete: funzione di ritardo casuale

Il governo richiede ai produttori di caricabatterie intelligenti per veicoli elettrici di garantire che abbiano una funzione che ritardi in modo casuale l’ora di inizio di qualsiasi azione di controllo del carico. Questa funzione di ritardo casuale contribuirà a ridurre il rischio di potenziali problemi di stabilità della rete in cui un numero elevato di punti di ricarica si accende o si spegne contemporaneamente.

Ciò che questo significa in parole povere è che il governo sta stabilendo una norma che ritarda la ricarica dei veicoli elettrici in periodi di grave instabilità della rete.

Non è poi così eccitante in quanto stabiliscono che “il punto di ricarica deve essere configurato in modo tale da consentire all’utente di ignorare questa funzione di ritardo”.

Inoltre, non è insolito, i contatori intelligenti domestici dispongono già di un contattore di disconnessione remoto, che consente di spegnerli in momenti significativi di picco della domanda. Quando vivevo in Australia, questo includeva i gravi incendi boschivi e c’erano sempre modi per ottenere un’esenzione.

Sono più preoccupato per un potenziale scenario in cui le società di servizi pubblici potrebbero utilizzare questo come vantaggio competitivo disconnettendo prima coloro che pagano meno per l’elettricità: è difficile beneficiare della concorrenza senza i soldi per avere una scelta significativa.

Tuttavia, le reti energetiche locali esistevano molto prima dei veicoli elettrici. Stanno espandendo costantemente l’uso di energia eolica e solare per soddisfare la domanda dei clienti e gli obiettivi del governo.

A sua volta, è probabile che assisteremo all’accelerazione di nuove innovazioni che mantengono l’integrità della rete.

Ricarica obbligatoria dei veicoli elettrici nelle nuove case e uffici

Vale anche la pena inserire questa notizia nel contesto più ampio del lancio di veicoli elettrici nel Regno Unito.

In una prima mondiale, thIl governo britannico sta introducendo una legislazione entro la fine dell’anno che richiede tutto case e uffici di nuova costruzione dotati di caricabatterie per veicoli elettrici in Inghilterra.

Annunciato da Il ministro dei trasporti Rachel Maclean, la legge vedrà nuove abitazioni dotate di dispositivi per la ricarica automatica dei veicoli durante i periodi non di punta. I nuovi blocchi di uffici dovranno installare un punto di ricarica ogni cinque posti auto.

ricarica dell'auto elettrica a casa
Credito: Tim Abbott