Tecnologia

Può una città in espansione dell’economia verde essere costruita per durare?

Quando lo stabilimento ha ridimensionato la produzione negli anni 2000 e ha chiuso nel 2015, all’incirca nel periodo dei tagli di posti di lavoro dei colletti bianchi, Normal ha sentito il pizzico. I fornitori si sono ritirati e molti lavoratori sono partiti in cerca di nuovi posti di lavoro. Uptown, un quartiere elegante e ricco di mattoni con un teatro restaurato degli anni ’30 e un paio di hotel improvvisamente troppo grandi, è diventato un monumento alla prosperità in declino della città.

I politici locali e gli imprenditori hanno abbracciato Rivian, che ha sede nel Michigan e ha sedi in altri stati, Canada e Gran Bretagna, come un modo per riempire il vuoto. Ma in un luogo che ha subito tali cambiamenti di fortuna, i residenti possono essere perdonati se si chiedono per quanto tempo dureranno i bei tempi di oggi.

I veicoli elettrici richiedono meno lavoratori rispetto a quelli a benzina. E mentre le prospettive di Rivian sembrano forti – ha presentato un’offerta pubblica di azioni ad agosto, cercando una valutazione di circa $ 70 miliardi – la società potrebbe essere sopraffatta da un elenco crescente di concorrenti. Ad un certo punto, la spesa folli finirà e l’industria locale aumenterà o diminuirà a seconda che Rivian possa costruire una base di clienti considerevole.

La schiuma iniziale si sta già dissipando. Dopo aver raggiunto più di 200 dipendenti all’inizio di quest’anno, Weber Electric è scesa a circa 100. “L’abbiamo in qualche modo ridotta un po’”, ha affermato il signor Mosier, il proprietario, aggiungendo che spera di aggiungere di nuovo lavoratori quando l’impianto diventa verde. -Luci più costruzione.

In questo modo, il boom dei veicoli elettrici è una specie di microcosmo per la transizione più ampia verso un’economia a basse emissioni di carbonio: poiché i governi e gli investitori incanalano centinaia di miliardi di dollari nelle industrie verdi, ci sarà sicuramente una scossa iniziale. Ma durerà?

Non tutti a Normal hanno un collegamento con lo stabilimento di Rivian, unico impianto produttivo dell’azienda; a volte sembra proprio così. Seduta in un atrio dello stabilimento un pomeriggio di giugno, Katy Tilley, che aiuta a supervisionare le operazioni sul posto di lavoro come la progettazione del sito e la ristorazione, ha detto che suo fratello minore, che aveva appena lasciato il Corpo dei Marines, avrebbe iniziato a lavorare nell’azienda la settimana successiva.

“Mio fratello minore lavora nel reparto batterie!” la sua collega Laura Ewan, un’addetta alle relazioni con la comunità, è intervenuta. “Eravamo così diversi, i nostri genitori non si sarebbero mai aspettati che lavorassimo nello stesso posto”.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Tecnologia

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.