Criptovaluta

La polizia russa arresta 2 donne, membri di alto rango della Finiko Crypto Pyramid – Tecnews

Le forze dell’ordine nella repubblica russa del Tatarstan hanno effettuato nuovi arresti in relazione allo schema cripto Ponzi Finiko. Si ritiene che due donne detenute questa settimana abbiano attirato milioni di dollari nella piramide. L’ormai crollato Finiko ha attirato investitori da un certo numero di paesi nello spazio post-sovietico e in tutto il mondo, tra cui Germania e Stati Uniti

Influencer donne detenute nelle indagini Finiko in corso

La polizia di Kazan, la capitale del Tatarstan, ha arrestato due donne per il loro coinvolgimento nella massiccia piramide cripto Finiko, Realnoe Vremya segnalato. Lilia Nurieva, fondatrice di un’agenzia immobiliare che ha aderito allo schema Ponzi, e Dina Gabdullina, dirigente di alto rango Finiko, sono state prese in custodia dopo che gli investigatori le hanno convocate per essere interrogate all’inizio di questa settimana.

La polizia russa arresta 2 donne, membri di alto rango della Finiko Crypto Pyramid
Dina Gabdullina e Lilia Nurieva. Fonte: social.

I due detenuti avrebbero indotto numerosi investitori a inviare oltre 10 milioni di dollari alla truffa attraverso il marketing multilivello, per cui Nurieva ha raggiunto lo status di cosiddetta “10a stella” nella piramide finanziaria, mentre a Gabdullina è stato assegnato l’incarico di vice. Presidente. Entrambi sono stati accusati di aver partecipato a frodi su larga scala in quanto membri di un gruppo di criminalità organizzata che opera tra il 1 dicembre 2018 e il 28 luglio 2021.

La loro apprensione segue gli arresti del fondatore di Finiko Kirill Doronin, un influencer di Instagram associato in passato ad altri schemi Ponzi, e Ilgiz Shakirov, un uomo d’affari di Kazan che è anche salito al grado di vicepresidente dopo aver firmato almeno 100.000 investitori. Le autorità russe hanno emesso mandati d’arresto internazionali anche per tre soci di Doronin: Marat e Edward Sabirov e Zygmunt Zygmuntovich.

Giovedì, la corte Vakhitovsky di Kazan deciso per mantenere Gabdullina e Nurieva in detenzione fino al 7 novembre. Ciò nonostante la difesa della 31enne Gabdullina abbia chiesto gli arresti domiciliari in considerazione delle sue condizioni mediche e Nurieva abbia parzialmente ammesso la sua colpevolezza offrendo la sua assistenza alle forze dell’ordine nelle indagini in corso.

Il ministero dell’Interno russo assume l’indagine Finiko

Nel frattempo, il ministero dell’Interno della Federazione Russa ha annunciato che i danni ufficialmente riconosciuti inflitti agli investitori Finiko superano 1 miliardo di rubli (quasi 14 milioni di dollari). A causa dell’entità della frode, il dipartimento federale ha preso in carico l’indagine penale sul caso. Le prime stime indicavano perdite di 250 milioni di rubli (quasi 3,5 milioni di dollari).

Nelle prime fasi delle indagini, le autorità giudiziarie del Tatarstan avevano riconosciuto 80 vittime dello schema crypto Ponzi. Secondo il ministero, però, il numero di domande presentate da investitori truffati ha già raggiunto quota 3.300. Tra loro, oltre ai cittadini russi, ci sono residenti in Germania, Austria, Ungheria, Kazakistan, Kirgizstan, Stati Uniti e altri paesi.

Secondo un recente rapporto della società forense blockchain Chainalysis, Finiko, un’entità inesistente con sede in Russia, ha ricevuto bitcoin per un valore di oltre 1,5 miliardi di dollari tra dicembre 2019 e agosto 2021. Il denaro digitale è arrivato in 800.000 depositi di criptovaluta separati dagli investitori attirati con promesse di rendimenti mensili fino al 30%. La piramide delle criptovalute è crollata quest’estate.

Pensi che seguiranno altri arresti nel caso della cripto piramide Finiko? Dicci nella sezione commenti qui sotto.

Tag in questa storia

Arresti, Arresti, Bitcoin, Caso, Paesi, Tribunale, Cripto, Criptovaluta, detenuto, detenzione, Finiko, Frode, influencer, Indagine, Investitori, Kazan, membri, Schema Ponzi, Piramide, Rappresentanti, Russia, russo, tatarstan, Vittime

Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. Bitcoin.com non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la società né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o presumibilmente causati da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Criptovaluta

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.